ENGLISH | ITALIANO
Associazione Rondine
Cittadella della Pace

Studentato Internazionale
loc. Rondine 1
52100 Arezzo - Italia
Tel: +39 0575 364460
Uffici
via Mazzini 6/a
52100 Arezzo - Italia
C.P.46 Arezzo Centro
Tel: +39 0575 299666
Fax: +39 0575 353565
spacer
Toscana Oggi: Quelle oasi di "benessere" nelle città in apnea

Dal n. 37 di Toscana Oggi del 16 ottobre 2005
di Franco Vaccari

Nella nostra Toscana le pievi, sorte sulle vestigia dei templi romani, spesso si trovano in luoghi di rilevante amenità. Lontane dagli acquitrini, ben esposte e insieme riparate, queste chiese erano una tappa per molti che dovevano viaggiare. I Romani avevano provveduto: cambio dei cavalli, locanda e ristoro termale convivevano nel giro di pochi metri. Sì, accanto ai templi, liscia o gasata, santa o normale, zampillava spesso acqua calda, con proprietà diverse, generalmente benefiche.

Una civiltà la riconosciamo da alcuni tratti, ovunque essa emerga: dalla sabbia d’Egitto, dalle crete laziali o dalle ceneri del Vesuvio emergono, richiamandosi, il foro, l’anfiteatro, le case e le strade, i bagni termali: una cura dell’igiene, degli strumenti, delle case. Civiltà, cultura, benessere. Non solo gli atleti, ma i cittadini comuni sapevano che mens sana in corpore sano. Pur esprimendo una filosofia parziale e in parte discutibile, l’adagio conteneva una verità per il fatto che il corpo non era il fine di tutto, ma lo strumento per l’azione dell’individuo.

In fondo, pur nel clima di culto della corporeità, l’accento, l’interesse, era, anche allora, per la mens.
La storia scorre e i venti coprono moltitudini di documenti. Comportamenti collettivi scompaiono e deboli tracce sono conservate qua e là, nei codici o sotto quella stessa sabbia che li ha occultati. Ma riemergono, dopo secoli, in forme diverse e con impressionante velocità, imponendosi all’attenzione fino ad assumere significati totalmente diversi da quelli che i progenitori dei precedenti millenni gli attribuivano. Si pensi alla nuova attenzione intorno al corpo e ai linguaggi che la evocano: benessere, fitness… onniterapia.

vietnam travel visa Una manciata di anni fa terme e fanghi evocavano vecchiaia; ricordo bene il sorriso ironico con cui salutavo mio padre che andava ad Acqui o a Ischia. Oggi, quando posso ci vado anch’io e ne sento un certo beneficio. Ma non è questo. È che il paesaggio delle nostre città sta cambiando: megacentri del benessere si inseriscono nei passaggi obbligati delle nostre vite in apnea e offrono una boccata d’ossigeno. I corpi sono spalmati e massaggiati, lisciati, modellati e colorati, al chiuso dei solarium, con luci tutta la notte, come negli allevamenti, per non perdere tempo nella corsa che se diventa l’unica o quella decisiva della vita ha un esito assicurato e contrario a ciò che reclamizza: l’infelicità. Perché la vita è fatta di stagioni e nessun contadino esisterebbe se legasse la propria fortuna a risultati immediati.

Accanto al primo adagio dei latini, la vita ci insegna che per la persona umana è possibile anche un’altra esperienza di formidabile intensità e di segno paradossalmente opposto. Recita: virtus in infirmitate preficitur, nella malattia progredisce la virtù o, se si vuole, nelle difficoltà si vede chi sei! Accanto all’equazione mens sana in corpore sano una vera visione dell’uomo contempla quest’altra decisiva dimensione.

Nell’epoca della fragilità negata, delle difficoltà dissimulate, della felicità affidata alla tecnologia dei bisturi o alle nuove pozioni che sciolgono l’esistenza in effimere sintonie con la natura, questa è una visione equilibrata dell’esistenza umana.

Il commento che ripete mia madre, 93 anni, quando mi appare profumata e felice per una camicetta nuova e un filo di trucco sulle rughe, mi pare di mirabile sapienza: «Da giovani per piacere, da vecchi per non dispiacere». Pelle curata non necessariamente significa mollezza. Quando questa prese il sopravvento, i barbari trovarono i Romani a bagnomaria.

Così la Toscana si tiene in forma. 

Copyright © 2001 Rondine Cittadella della Pace - Tutti i diritti riservati - Scrivi a
RONDINE HA BISOGNO DI TE...
Hai conosciuto la Cittadella della Pace? Bene, se ne apprezzi il lavoro e i progetti, sai anche che per portarli avanti abbiamo anche bisogno di te. Nell'associazione c'é; un gruppo di volontari in continua crescita e che per noi e per le nostre attivitá é un costante punto di riferimento. Contattaci, anche solo per chiedere informazioni. Il nostro indirizzo é
Il nostro numero di telefono ? 0575/299666.
Per vedere l'intervento pubblicato clicca qui
A piedi verso maggio: il percorso delle scuole
27/12/2005 - A maggio anche le scuole elementari e medie saranno grandi protagoniste. E così tutti i percorsi della pace sono quest'anno indirizzati all'evento della Cei. Scopriamo le date e gli appuntamenti
Le giornate della pace sono ripartite da San Giovanni
17/12/2005 - I pionieri dei Percorsi della Pacve abitanto a San Giovanni Valdarno. L'altra mattina la terza media dell'istituto comprensivo valdarnese ha infatti visitato Rondine e soprattutto realizzato un percorso che si snoda tra la scoperta della dinamica tra pace e guerra e la riflessione sulla cittadinanza che guarda verso l'evento internazionale di maggio. Vediamo cosa è successo
E Rondine grazie al Monte dei Paschi si allarga su Casa Giunti
16/12/2005 - Un altro frammento importante per la vita di Rondine: Casa Giunti. Una nuova struttura, pronta da inserire nella mappa del progetto. Altri posti letti e altri ambiente per la Foresteria. Grazie all'intervento del Monte dei Paschi
A San Michele tornano i predicatori del Natale
21/11/2005 - Tornano i predicatori. I grandi predicatori, quelli che respirano Vangelo e l'aria rarefatta di Camaldoli. Tornano per predicare il Natale. E predicarlo nella chiesa di San Michele, sul Corso, di fronte alla strada del passeggio. Quattro serate promosse dalla Comunità del Sacro Cuore e dal Vicariato Urbano. La prima venerdì 25 novembre alle 21.15, protagonista padre Emanuele Bargellini.
L'annuncio del Vescovo su Toscana Oggi
20/11/2005 - Un lungo intervento del Vescovo annuncia la festa di Rondine e della Diocesi: Gualtiero Bassetti spiega il senso della proposta arrivata dalla Cei per ospitare proprio tra la cittadella e la Diocesi uno egli eventi preparatori al Convegno decennale di Verona fissato nell'ottobre del 2006. Leggiamo il testo integrale
Rondine
Sitemap